Rilevazione delle perdite inline per la massima sicurezza nel confezionamento | wittgas.com

Preferiti

Ultime notizie

Rilevazione delle perdite inline per la massima sicurezza nel confezionamento

16.03.2015

Da anni il “Leak-Master Mapmax” si conferma una soluzione ormai consolidata nella prassi per il controllo qualità automatico dell’intera produzione in una linea di confezionamento. I suoi 15 cicli al minuto continuano a essere imbattuti. Witt-Gasetechnik, lo specialista MAP, presenta ora la generazione successiva della rilevazione delle perdite inline.

“Leak-Master Mapmax” consente di individuare in modo non distruttivo anche le minime perdite con CO2 quale gas tracciante e si integra alla perfezione in ogni linea di confezionamento. Esso rappresenta il solo sistema a livello mondiale in grado di rilevare le perdite su tutti i prodotti che avanzano su una linea, senza contatto e in modo non distruttivo. “Con i suoi 15 cicli al minuto non conosce concorrenti. Non una singola confezione difettosa arriverà nelle mani del cliente” queste le parole del product manager Sebastian Lehmann. “Oltre a confezioni singole possono essere controllati anche imballaggi secondari e cartoni interi”.

Nella camera di misurazione del “Mapmax” viene creato un vuoto che causa una differenza di pressione fra confezione e camera. In caso di perdite minime il gas contenuto fuoriesce dalla confezione e viene rilevato da sensori molto sensibili e ultraveloci. Sotto il profilo tecnologico Witt punta consapevolmente sul riconoscimento dell’anidride carbonica eventualmente fuoriuscita, in quanto questo gas è già contenuto nella maggior parte delle confezioni in atmosfera protettiva. Non c’è più bisogno del costoso elio o idrogeno.

Con la nuova edizione 2015 Witt introduce numerosi miglioramenti. La novità più importante è che mediante una compressione dinamica opzionale della superficie all’interno della camera è possibile migliorare ulteriormente il controllo di imballaggi di piccolo volume, per es. vaschette per affettati, dal ridotto contenuto di gas. Inoltre, la macchina dispone di un telaio in acciaio inossidabile saldato che presenta una considerevole stabilità alle vibrazioni. La nuova pompa del vuoto lavora in totale assenza di manutenzione e non sviluppa calore. Qualora, tuttavia, dovesse rendersi necessaria una verifica della macchina, grazie alla nuova struttura dotata di coperchi di accesso facilmente removibili è possibile eseguire molti interventi di manutenzione con macchina in funzione, senza arrestare l’intera linea di produzione. Componenti soggetti a usura, come per es. filtri, possono essere sostituiti nel giro di pochi secondi da sistemi a innesto rapido. Anche la nuova e valida tecnologia di movimentazione è stata oggetto di migliorie sotto il profilo tecnico: essa si contraddistingue per due nastri di trasporto sincronizzati, sui quali la merce attraversa la camera di misurazione (disponibile in diverse misure).

Il nuovo “Mapmax” è inoltre riconoscibile a prima vista: il quadro elettrico e altri elementi, che finora erano presenti come componenti da montare, sono ora integrati in modo compatto nella nuova custodia igienica in acciaio inossidabile del sistema. Ciò agevola anche il comando, in quanto l’operatore esegue tutte le immissioni tramite un touchscreen a colori, ora ancora più grande. A integrazione si può collegare un lettore di codici a barre. La guida all’utilizzo, la gestione dei prodotti e la documentazione della misurazione possono essere eseguite con maestria senza alcun corso di formazione specifico, afferma Witt. Tramite Ethernet avviene il collegamento del “Mapmax” alla rete aziendale elettronica, per esempio a scopo di controllo e protocollazione. Nel caso in cui venga individuata una perdita, contatti a potenziale zero attivano sistemi disposti a valle o a monte, come l’allarme o l’arresto macchina.

Non si sottolineerà mai abbastanza l’importanza di una rilevazione completa delle perdite. Chi punta su di essa va sul sicuro: no scarti, no resi e nessun danno all’immagine. “Grazie a questi vantaggi un “Mapmax” rende nel breve periodo” afferma Sebastian Lehmann. Sul sito Internet di propria creazione www.leak-master.it Witt fornisce informazioni sul nuovo modello e sui modelli più piccoli della stessa famiglia per il controllo dei campioni.

Con apparecchiature per la miscelazione, il controllo e l’analisi di tutti i gas comunemente in uso, Witt è presente sin dagli inizi del confezionamento industriale in atmosfera protettiva. In questo modo, l’azienda di Witten si è sviluppata trasformandosi in un leader di mercato globale. La linea di prodotto “Leak Master” ha offerto un notevole contributo in tal senso, con sistemi efficaci per la rilevazione precisa, rapida e non distruttiva delle perdite e per il controllo della sigillatura termica.

Novità

Contatto

Alexander Kampschulte

Alexander Kampschulte

Chiamateci!

+49 (0)2302-8901-147

Invia una richiesta Farsi richiamare

Contatto

Alexander Kampschulte

Alexander Kampschulte

Chiamateci!

+49 (0)2302-8901-147

Invia una richiesta Farsi richiamare