Ultime notizie

Confronto dei metodi di prova delle perdite

29.10.2021

Molti prodotti industriali devono essere a prova di perdite. Per esempio, imballaggi alimentari, cosmetici o farmaceutici, ma anche prodotti come luci nell'industria automobilistica, componenti elettronici o plastici.

Ma come possono i produttori testare la tenuta dei loro prodotti? In questa intervista, Geert Elie di WITT, un fornitore leader di tester di tenuta, dà una panoramica delle possibilità e spiega i vantaggi e gli svantaggi.

Signor Elie, cosa consiglia ai clienti che vogliono testare i loro prodotti per le perdite?

La soluzione di base è quella di testare in un bagno d'acqua. Questo è un metodo molto semplice, ma efficace. L'oggetto da testare è tenuto sotto l'acqua e il tester guarda se ci sono bolle d'aria che salgono. Molto intuitivo.

Quindi è come riparare il tubo di una bicicletta?

In linea di principio, sì, tranne che il prodotto non viene gonfiato, ma testato in una camera a vuoto.  Il prodotto si gonfia e le bolle fuoriescono dalle perdite. Molto importante: non solo sai che l'imballaggio perde, ma puoi anche vedere dove. In questo modo, i punti deboli del processo possono essere individuati ed eliminati. Non è senza motivo che il nostro LEAK-MASTER® EASY è usato da molti utenti.

E quali prodotti possono essere testati in questo modo?

Praticamente tutto ciò che deve essere a prova di perdite. Spesso si tratta di imballaggi, ad esempio sacchetti tubolari, buste stand-up o vassoi termoformati, anche gli imballaggi sottovuoto possono essere testati con l'EASY. Per lo più si tratta di carne o salumi, insalata, pane, snack, prodotti caseari, cibo per animali o prodotti medici. Anche le popolari capsule di caffè sono possibili. E anche le luci, il pluriball o le parti in plastica devono essere sigillate.

Quindi il bagno d'acqua è la soluzione perfetta?

Dipende dai requisiti. Se si tratta solo di controllare le perdite e trovare il punto che perde, questi dispositivi sono davvero molto buoni. Ma naturalmente ci sono delle limitazioni: Testando in acqua, di solito non posso più mettere il prodotto in vendita. Inoltre, il test viene effettuato da un tester umano. Questo pone delle esigenze piuttosto elevate al personale e può avere un'influenza sul risultato. Molti clienti mi chiedono deliberatamente un metodo più standardizzabile.

Qual è la sua risposta?

Un test con gas di prova e tecnologia dei sensori. Con il LEAK-MASTER® PRO 2, abbiamo un dispositivo che determina la tenuta dei prodotti con l'aiuto di sensori di CO2. Anche in questo caso, viene creato il vuoto in una camera di prova per aspirare il gas dalla confezione che perde. I parametri come il vuoto e il tempo di misurazione sono definiti in anticipo dal cliente. Il test viene eseguito automaticamente. Alla fine della misurazione, il PRO 2 visualizza il risultato tramite un segnale luminoso rotante. Se il dispositivo si accende di rosso, per esempio, è stata rilevata CO2 e il prodotto sta perdendo. Il test è quindi completamente indipendente dall'ispettore e quindi standardizzato e riproducibile. Naturalmente, tutto è documentato digitalmente e può anche essere esportato.

Quanto tempo richiede un test di questo tipo, e quali dimensioni di perdita posso determinare in questo modo?

Più CO2 c'è nella confezione, più velocemente si può trovare una perdita. Come regola, 8-10 secondi sono spesso sufficienti. Fondamentalmente, le perdite di 10 micrometri o più possono essere rilevate in modo affidabile. In altre parole, esattamente le micro-perdite che causano problemi ai produttori. Un grande vantaggio del test con CO2 è anche che non è distruttivo. Le confezioni a prova di perdite possono essere messe in vendita senza problemi dopo il test. Questo fa risparmiare scarti e costi.

Quando un utente dovrebbe optare per un bagno d'acqua, quando per un'unità di CO2?

Mi piace riassumere questo: I dispositivi a bagno d'acqua forniscono il metodo più economico, ma sono stati provati a lungo e funzionano in modo affidabile. Se voglio scoprire dove il mio prodotto perde, ho bisogno di un bagno d'acqua in ogni caso. E anche se non ho CO2 nel prodotto e nemmeno un imballaggio sottovuoto, il bagno d'acqua è l'opzione migliore.

Per una maggiore standardizzazione e automazione, le unità di CO2 sono una buona scelta. Questo perché non hanno bisogno di essere ispezionati da un ispettore umano. Il risultato è ancora assolutamente affidabile anche dopo l'ennesimo test alla fine di una lunga giornata di lavoro. Secondo punto: è possibile testare le perdite senza distruggere il prodotto. E infine, il test senza acqua è più pulito e meno complicato. Il cambio regolare dell'acqua e la pulizia non sono necessari.

Idealmente, ho entrambi i dispositivi. Con il dispositivo CO2, eseguo tutti i controlli a campione in modo sicuro e non distruttivo. Nel caso di un pacchetto che perde, posso usare il bagno d'acqua per trovare la posizione della perdita ed eliminare il punto debole.

Campionamento casuale di parole chiave - nonostante questa ispezione, un prodotto che perde può eventualmente raggiungere il cliente con una perdita di qualità. Come si può prevenire in modo sicuro?

Solo un'ispezione al 100% offre il 100% di sicurezza. Quindi di solito ho bisogno di una soluzione in linea. Anche qui, le macchine con sensori di CO2 si sono affermate nella pratica. Come il nostro LEAK-MASTER® MAPMAX, per esempio, che i produttori alimentari di tutto il mondo utilizzano per garantire un imballaggio perfetto e quindi la qualità dei loro prodotti.

Come funziona esattamente?

Come per il PRO 2, il MAPMAX prende in consegna le confezioni dalla confezionatrice. Si crea un vuoto in una camera. I sensori rilevano la fuoriuscita di CO2.

E cosa succede se viene trovata una perdita?

C'è un allarme diretto sull'unità. Inoltre, è possibile controllare l'espulsione dei pacchetti che perdono. Come ho detto, tutto è completamente automatico. Ed è molto veloce e assolutamente affidabile. Il MAPMAX gestisce fino a 15 cicli al minuto.

Tuttavia, la maggior parte delle macchine confeziona più velocemente di 15 cicli al minuto.

Con il MAPMAX, nella maggior parte dei casi, un intero lotto o i cartoni sono testati direttamente. Sul mercato, ci sono macchine più veloci in cui la pressione viene applicata al pacco tramite un rullo. Ma questo metodo è abbastanza grossolano e trova solo perdite molto grandi. Questo non è abbastanza fine per la maggior parte dei prodotti. Il test dell'imballaggio esterno è in realtà il più sicuro, perché il test viene fatto proprio alla fine del processo. Dopodiché, l'imballaggio non viene più toccato e non può essere danneggiato.

Quindi i test in linea sono la pallottola d'argento dei test di tenuta?

Il campionamento casuale o in linea dipende molto dal prodotto, dall'imballaggio, dal processo, dalla data di scadenza e anche dai canali di distribuzione. In linea offre la massima sicurezza.  Un argomento molto forte in ogni caso.

Rilevatori di perdite

Novità

Contatto

Mirko Scotti

Mirko Scotti

Chiamateci!

+39 035-4933 273

Invia una richiesta Farsi richiamare

Contatto

Mirko Scotti

Mirko Scotti

Chiamateci!

+39 035-4933 273

Invia una richiesta Farsi richiamare

Consiglio dell’esperto

Avete bisogno di un consiglio?
Vi richiameremo!

Fatevi richiamare